Mostre e iniziative temporanee

Itinerari danteschi a Firenze

In occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri viene presentato un progetto alla scoperta del sommo poeta con percorsi articolati per la città di Firenze da fruire mediante “Occhio della città intelligente“, un’APP per dispositivi mobili sviluppata dall’Università di Firenze in collaborazione con Lions Club. L’APP già sperimentata per agevolare gli spostamenti a piedi e con i mezzi pubblici nella città, consente di localizzare fermate di bus e tram, farmacie, biblioteche e altri servizi. Si tratta di un progetto accessibile e inclusivo utilizzabile anche da utenti con ridotta capacità visiva e gestibile pure mediante comandi vocali. Per le celebrazioni dantesche l’APP è stata arricchita con tre itinerari di diversa durata che approfondiscono i monumenti religiosi e civili della Firenze medievale ai tempi di Dante, fornendo informazioni storico-artistiche in corrispondenza di alcuni punti di interesse. Inoltre nella stessa APP è disponibile un percorso analogo nella città dantesca di Ravenna fruibile anche a distanza.

Per maggiori info: https://www.comune.fi.it/app/occhio-della-citta-intelligente https://www.occhiodellacitta.it/index.php

Mostre e iniziative temporanee

“Nuovo sguardo” di Felice Tagliaferri

Dal 5 febbraio al 14 marzo 2021 presso l’Ape Parma Museo, il centro culturale e museale di Fondazione Monteparma, è esposta l’opera Nuovo sguardo dell’artista non vedente Felice Tagliaferri. La scultura nasce dall’incontro dell’artista con un capolavoro di Michelangelo, la celebre Pietà dei Musei Vaticani. Nuovo sguardo è una reinterpretazione e un ribaltamento delle due figure che compongono il noto gruppo scultoreo: la Donna, non solo madre ma qui sorella, figlia e compagna è accolta tra le braccia dell’Uomo, padre, fratello e compagno. L’attenzione è rivolta all’universo femminile e alla forza della Donna. L’opera è un non finito come quello michelangiolesco e Tagliaferri lo applica come un invito a prendersi cura dell’altro, del più fragile, levigando simbolicamente il marmo grezzo.

L’opera è visibile dal lunedì al venerdì, orario 10.30-17.30 senza bisogno di prenotazione. Visite tattili disponibili su richiesta inviando un’e-mail al seguente indirizzo: info@itineraemilia.it.

Ingresso gratuito per disabili e loro accompagnatori, under 18, guide turistiche e giornalisti. Per maggiori informazioni contattare il centro culturale.

APE PARMA MUSEO – Parma (PR) |Indirizzo: strada Luigi Carlo Farini 32/A, 43121 |Telefono: +39 05212034| email: info@apeparma-museo.it

Mostre e iniziative temporanee

Toccare l’arte alla radio

Il Museo Tattile Statale Omero di Ancona avvia per il secondo anno un ciclo di incontri dedicati all’arte su Slash Radio Web. Le dieci puntate a cura dello staff del museo mirano a far conoscere gli artisti presenti nella collezione e si terranno ogni giovedì a partire dal 4 febbraio all’8 aprile 2021 dalle ore 15.20 alle 16.00.

Il calendario degli appuntamenti:

  • 4 febbraio: Giuliano Vangi a dialogo con Aldo Grassini.
  • 11 febbraio: Le divinità non passano mai di moda. A cura di Alessia Varricchio.
  • 18 febbraio: Tensione dinamica. Monica Bernacchia intervista la scultrice Tiziana Felicioni.
  • 25 febbraio: Walter Valentini – Superfici e Di-segni. A cura di Andrea Socrati.
  • 4 marzo: Colloquio di senso intorno a Pietro Consagra. Annalisa Trasatti intervista Mercedes Autieri.
  • 11 marzoFelice Tagliaferri a dialogo con Aldo Grassini.
  • 18 marzoAlik Cavaliere – l’uomo è natura. Monica Bernacchia intervista Fania Cavaliere.
  • 25 marzoLa Fondazione Arnaldo Pomodoro si racconta. Andrea Socrati dialoga con Carlotta Montebello.
  • 1 aprileBruno Ceccobelli a colloquio con Annalisa Trasatti.
  • 8 aprile: Un filo rosso tra Oriente e Occidente. A cura di Alessia Varricchio.

A questo link sono disponibili le registrazioni delle puntate andate in onda durante la prima edizione 2020: https://www.museoomero.it/eventi/toccare-larte-alla-radio-lultima-sfida-del-museo-omero/

Mostre e iniziative temporanee

Identikit di un capolavoro al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia (RM)

In tempi di pandemia e di chiusura dei musei italiani molte sono le iniziative ideate per mantenere un contatto col pubblico e garantire almeno una visita virtuale. Identikit di un capolavoro è l’iniziativa del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma per offrire al pubblico non vedente e ipovedente la possibilità di scoprire alcuni capolavori delle proprie collezioni rimanendo seduti sulla poltrona di casa! Sono state selezionate alcune delle opere più celebri del museo, solitamente conservate in vetrina e che per tale motivo non si possono esplorare tattilmente.

Ogni primo e terzo mercoledì del mese viene pubblicato un contenuto multimediale con audiodescrizione appositamente pensato per offrire a chi non vede la possibilità di conoscere questi capolavori. I contenuti rimangono disponibili sulla pagina Facebook e sul canale YouTube del museo.

Qui l’elenco degli appuntamenti:
3 dicembre: l’Apollo di Veio
16 dicembre: il Sarcofago degli Sposi
6 gennaio: la Cista Ficoroni
20 gennaio: l’Altorilievo di Pyrgi
3 febbraio: l’Olpe Chigi
16 febbraio: le Lamine di Pyrgi
3 marzo: l’Apollo dello Scasato
16 marzo: l’urna a capanna da Vulci
7 aprile: il Centauro di Vulci
21 aprile: l’Aratore di Arezzo.

Mostre e iniziative temporanee

“RAFFAELLO Capolavori tessuti” a Bolzano

Dal 10 ottobre al 15 dicembre 2020 è in programma presso il Centro Trevi (TREVILAB) di Bolzano la mostra RAFFAELLO Capolavori tessuti. Fortuna e mito di un grande genio italiano. Nell’anno del cinquecentenario dalla scomparsa del grande artista e dell’organizzazione di svariate mostre a lui dedicate sarà possibile gettare uno sguardo anche sulla sua produzione di arazzi. Al centro della mostra l’arazzo La pesca miracolosa, un capolavoro di 480 x 420 centimetri realizzato in filo di seta, eseguito da uno dei cartoni disegnati da Raffaello tra il 1515 e il 1516 per papa Leone X e ora conservati all’Albert and Victoria Museum di Londra. Proveniente dalla Galleria Nazionale delle Marche di Urbino è esposta in dialogo con significativi arazzi conservati sul territorio, come l’arazzo coevo di Ester davanti ad Assuero, realizzato nel 1514 a Basilea e di proprietà del convento benedettino di Muri-Gries a Bolzano.

Un percorso tattile per non vedenti e ipovedenti è stato realizzato in collaborazione con il Museo Tattile statale Omero di Ancona e l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Bolzano e un percorso per persone non udenti, che sfrutteranno app e strumenti interattivi studiati ad hoc per la mostra. E’ disponibile una versione tattile in stampa 3D in scala ridotta dell’arazzo della Pesca Miracolosa, nonché una riproduzione del busto della Dama di Urbino proveniente dal Museo Omero, due riproduzioni sotto forma di bassorilievo tattile del dipinto di Raffaello “Ritratto di gentildonna”, noto anche come “La Muta”, appositamente realizzati per l’occasione rispettivamente in resina e in vetro.

E’ inoltre possibile scaricare l’applicazione per mobile “APPRAFFAELLO”, pensata in primo luogo per una migliore fruizione della mostra da parte dei non vedenti e ipovedenti ma che contiene anche testi di approfondimento e informazioni utili destinati a tutto il pubblico.

RAFFAELLO Capolavori tessuti. Fortuna e mito di un grande genio italiano |Dal 10 ottobre al 15 dicembre 2020 | Indirizzo: Centro Trevi, via dei Cappuccini 28, Bolzano | Sito web:  http://www.provincia.bz.it/arte-cultura/cultura/939.asp

Mostre e iniziative temporanee

ETRU a portata di mano. Villa Giulia da Toccare

Prende il via dal 29 settembre un ciclo di iniziative tattili al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma. Si tratta di dieci appuntamenti tematici a cadenza mensile incentrati sulla cultura e la società etrusca e dedicati a disabili visivi e loro accompagnatori.

Durante la visita verranno messi a disposizione per l’esplorazione tattile modellini e riproduzioni moderne, nonché reperti originali esposti e provenienti dai depositi del museo.

Il primo incontro di martedì 29 settembre ore 17:00 si intitola:
La casa degli dei. Architettura e decorazione del tempio etrusco.

Appuntamenti successivi:

Martedì 27 ottobre 2020, ore 16:30, Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia Gli Etruschi prima della Storia. L’età villanoviana
Giovedì 19 novembre 2020, ore 16:30, Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia
Il viaggio oltre la vita. Tipologie di tombe, rituali e miti funerari degli Etruschi 
​Giovedì 3 dicembre 2020, ore 16:30, Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia
Al femminile. Vita quotidiana e ruolo sociale della donna etrusca.

La prenotazione è obbligatoria e deve arrivare entro le ore 16 del giorno precedente. Sono ammessi massimo 10 partecipanti per ciascun incontro. L’esplorazione tattile è riservata al pubblico non vedente. L’attività si svolgerà tenendo conto delle norme anti COVID19.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a Vittoria Lecce:
Indirizzo mail: vittoria.lecce@beniculturali.it e telefono 3471717595;
oppure a Luca Mazzocco:
Indirizzo mail: luca.mazzocco@beniculturali.it e telefono 3334690432.

Attività a cura del personale del Museo, inclusa nel biglietto di ingresso fino a esaurimento dei posti disponibili. Il biglietto è gratuito per il disabile e un accompagnatore, secondo la normativa vigente.

Info sull’iniziativa disponibili sul sito web del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia.


Mostre e iniziative temporanee

“Gauguin, Matisse, Chagall – La passione nell’arte francese” al Museo Diocesano di Milano

Dal 21 febbraio 2020 al 4 ottobre 2020 il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano ospita la mostra Gauguin, Matisse, Chagall – La passione nell’arte francese con opere provenienti dai Musei Vaticani, in alcuni casi mai esposte al pubblico.

Sono presenti opere di Paul Gauguin, Auguste Rodin, Maurice Denis, Georges Rouault, Marc Chagall, Henri Matisse e altri artisti francesi, incentrate “intorno” al tema della Passione di Cristo.

In occasione della mostra sono previste delle visite guidate gratuite rivolte a chi ha problematiche visive, articolate nei weekend dal 19 settembre al 4 ottobre come di seguito:

Sabato 19 settembre, ore 16.00, a cura di Narciso d’Autore
Domenica 20 settembre, ore 16.00, a cura di Ambarabart
Sabato 26 settembre, ore 16.00, a cura di Narciso d’Autore
Domenica 27 settembre, ore 16.00, a cura di Ambarabart
Sabato 3 ottobre, ore 16.00, a cura di Narciso d’Autore
Domenica 4 ottobre, ore 16.00, a cura di Ambarabart

Durata: 60 minuti.
Visita guidata gratuita. Ingresso al Museo a pagamento (intero €8, ridotto €6).

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA. I gruppi saranno di massimo 10 partecipanti nel rispetto delle norme sanitarie COVID-19.
Informazioni e prenotazioni: Telefono 02 89420019 / visiteguidate@museodiocesano.it

Sono state inoltre realizzate delle audiodescrizioni di cinque opere in mostra disponibili sul sito web di DescriVedendo, insieme al rispettivo testuale e alle immagini ingrandite delle opere stesse. Il metodo DescriVedendo nasce con l’intento di migliorare la fruizione dell’arte per non vedenti e ipovedenti ma si presta per garantire un’offerta inclusiva e aperta a chi voglia avvicinarsi all’arte con una nuova consapevolezza dei propri sensi.

Nella foto: Chagall, Cristo e il pittore, 1951, opera in mostra

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito web del Museo Diocesano di Milano.

Mostre e iniziative temporanee

La mostra Sensi Unici al Palazzo delle Esposizioni di Roma

Sensi Unici  è una mostra tutta da toccare allestita nel piano seminterrato del Palazzo delle Esposizioni di Roma fino al 26 febbraio 2017.

La visita si preannuncia “sensoriale” già a partire dalla stessa brochure, piacevole al tatto e tradotta anche in caratteri braille, che invita ad orientarsi con le mani più che con gli occhi.

L’esposizione è concentrata all’interno di una sala ottagona. Entrando, sulla sinistra si è piacevolmente invitati a scorrere la mano tra stoffe di diversa fattura, dalla più leggera e liscia a quella più grossa e ruvida. Non conta qui riconoscerne il colore o guardare con gli occhi la forma delle fibre perché è solo con le mani che si possono apprezzare le differenti caratteristiche di ciascun tessuto. Stesso dicasi per i quadrati di stoffa da predisporre sulla parete secondo una sequenza che abbia una certa logica al tatto e da ascoltare impiegando uno stetoscopio. Sì avete capito bene, la didascalia infatti suggerisce “ascolta il suono delle stoffe”…provare per credere!!

Non manca lo spazio dedicato ai libri tattili d’artista: dai pre-libri di Bruno Munari ai libri di carta di Katsumi Komagata e a quelli con la tecnica del gaufrage di Sophie Curtil.

Si passa poi al braille, il codice generalmente usato da chi non vede per leggere e scrivere. Ciascuno qui può imparare a scrivere il proprio nome inserendo dei piccoli cilindri in legno negli appositi spazi sulla parete.

E ancora tra le altre esperienze da fare ad occhi chiusi vi è quella di allungare le mani tra nastri e corde di ogni tipo, percorrendone l’andamento dal basso verso l’alto per scoprire che si originano quando da un nodo, quando da una matassa ben disposta o aggrovigliata. Dinanzi a quadri realizzati con materiali semplici e di uso quotidiano, come lo spago e i chiodi, sembra impossibile stare a guardarli senza sfiorarli con le mani e senza aprire bene le orecchie! Già perché ad essere coinvolto in questa mostra è anche l’udito. Ad esempio, quando le dita si muovono tra le pagine dei libri producono una musicalità diversa in base a ciò di cui sono fatte, se si tratta di carta di riso o cartoncino ondulato, se di velina o di una carta molto spessa!

Avvertire l’impulso a toccare le opere e i libri tattili presenti in questa mostra è una sensazione particolarmente forte, direi inevitabile! Utilizzare i soli occhi significa rinunciare alla bellezza che i materiali esposti offrono, diversi in quanto a consistenza, peso, sonorità, specificità che si possono percepire esclusivamente adoperando tutti i sensi che abbiamo a disposizione! È una mostra quindi per tutti, che offre a chi non vede l’opportunità di accedere a tutte le opere e i materiali esposti senza alcun ostacolo e ai vedenti la possibilità di comprendere l’importanza degli altri sensi, non inferiori alla vista, e la bellezza delle sensazioni che essi suscitano.

Palazzo delle Esposizioni Spazio Fontana | Indirizzo: via Milano, 13 Roma |Ingresso libero | Orari: da martedì a domenica: dalle ore 10.00 alle 20.00; lunedì: chiuso.

Informazioni sui laboratori per bambini e gli eventi speciali sono disponibili sul sito web del Palazzo delle Esposizioni.

brochure-sensi-unici
Brochure mostra