Italia · Musei e Siti Culturali Accessibili · Piemonte

Il Castello di Rivoli (TO)

Il Castello di Rivoli si trova a 15 km da Torino, fu residenza sabauda e ospita un Museo di Arte Contemporanea. La primitiva costruzione risale al IX secolo, poi trasformata in struttura fortificata nel XIII secolo e modificata e ristrutturata nel XVI; assunse l’aspetto attuale di reggia nel XVIII secolo con l’architetto Filippo Juvarra. Negli anni Settanta i restauri hanno consentito di recuperare le sale decorate con stucchi e affreschi ed accogliere il Museo di Arte Contemporanea inaugurato nel 1984. Nei pressi del Castello di Rivoli una villa ospita inoltre la collezione Cerutti che spazia dal Medioevo al contemporaneo.

Particolare attenzione è stata prestata negli ultimi anni all’accessibilità e il Dipartimento Educazione, in un tavolo di confronto con associazioni, fondazioni e musei, ha elaborato un Manifesto per la cultura accessibile a tutti. Esso si articola in dieci punti che individuano gli elementi chiave per una partecipazione inclusiva alle attività culturali e artistiche e per un’esperienza che sia appagante per tutti; inoltre, i promotori del manifesto esprimono l’auspicio di coinvolgere altri soggetti nella condivisione e traduzione degli stessi principi nella realtà quotidiana. Tra le iniziative accessibili è stato redatto un dizionario di arte contemporanea in LIS Lingua Italiana dei Segni e le attività didattiche in LIS sono state affidate a guide sorde. Sono disponibili dei modellini architettonici in legno per l’esplorazione tattile che riproducono in scala il complesso del castello e lo scalone contemporaneo e a corredo sono presenti delle targhe in braille e in caratteri ad alta leggibilità. Vengono organizzate inoltre visite guidate multisensoriali alla collezione permanente e al castello.

Per info e approfondimenti si rimanda al sito web del Castello di Rivoli Museo di Arte Contemporanea.

Castello di Rivoli (TO) |Indirizzo: Piazza Mafalda di Savoia, 10098 Rivoli | Telefono: +39 011 9565222.

Italia · Musei e Siti Culturali Accessibili · Piemonte

Basilica Cattedrale di San Giovanni Battista di Torino (TO)

La cattedrale fu costruita nel Quattrocento per volere dei Savoia e ampliata nel Seicento con la realizzazione pure della maestosa cupola di Guarino Guarini. Al suo interno conserva la Sacra Sindone. In occasione dell’ostensione nel 2000 è stata realizzata una copia tattile della santa reliquia oggi disponibile presso il Museo della Sindone (Via XX Settembre 87, 10122 Torino), dove sono raccolti documenti e testimonianze legate al sacro lino. Molte le opere d’arte che adornano l’edificio, scultoree e pittoriche nonché un organo a canne ottocentesco.

Alla cattedrale si lega il Museo Diocesano allestito nella chiesa inferiore, che valorizza e illustra la storia dell’edificio e le opere d’arte al suo interno.

Nella cattedrale è stata ricollocata di recente, dopo un restauro, l’Ultima Cena di Francesco Gagna, copia del 1800 del famoso Cenacolo Leonardiano esposto a Milano a Santa Maria delle Grazie. L’opera è posta in controfacciata sopra la porta e di fronte all’altare. È costituita da cinque tavole con un peso di più di ottocento chili. È stata realizzata una traduzione tridimensionale del dipinto in modo tale da renderla fruibile tattilmente.

Sul sito web del Duomo sono disponibili delle informazioni relative all’architettura e alle opere d’arte sia in formato testuale sia in forma audiodescritta.

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito web del Duomo di Torino.

Basilica Cattedrale di San Giovanni Battista – Torino (TO) |Indirizzo: Piazza San Giovanni, 10122|Telefono: 011 544667.

Italia · Musei e Siti Culturali Accessibili · Piemonte

Il Museo Egizio di Torino (TO)

Il Museo Egizio di Torino è secondo al mondo dopo quello del Cairo per quantità di reperti risalenti alla civiltà dell’antico Egitto.

In occasione del restauro e in funzione della riapertura del 2015 il museo ha lavorato sull’abbattimento delle barriere architettoniche e si è organizzato con percorsi e laboratori specifici per soddisfare bisogni speciali.

L’impegno del Museo Egizio nei confronti dell’accessibilità risale al 1984 quando fu il  primo in Italia ad aprirsi alle persone con deficit visivi, proponendo visite guidate tattili, nonché pubblicando la prima guida cartacea di accompagnamento per il percorso tattile dotata di testo a caratteri ingranditi, in braille e arricchito di disegni a rilievo.

Il Museo prevede percorsi tattili accompagnati da egittologi con esperienza specifica. Per un percorso in autonomia sono inoltre disponibili audioguide e lungo il percorso una serie di QRcode in corrispondenza delle opere consentono di avviare delle audiodescrizioni con il proprio smartphone.

Per info e prenotazioni: Museo Egizio Torino

Museo Egizio – Torino (TO)|Indirizzo: Via Accademia delle Scienze, 6, 10123|Telefono: +39 011 5617776.