Italia · Marche · Musei e Siti Culturali Accessibili

Domus di via dell’Abbondanza di Pesaro (PU)

L’area archeologica di via dell’Abbondanza a Pesaro è stata musealizzata e inaugurata nel 2015. Si tratta dei resti di una dimora signorile di prima età imperiale (fine I sec. a.C.) riccamente decorata e di strutture riferibili ad epoche successive; sono emersi reperti di epoca romana, medievale e rinascimentale che documentano la vita quotidiana e la storia di quest’area. La lussuosa villa fu più volte ristrutturata e abitata almeno fino alla fine del II secolo d.C. Notevoli sono i mosaici con motivi geometrici e a “tappeto” in tessere bianche e nere mentre gli affreschi dalle tinte forti sono del III stile pompeiano. Abbandonata la villa, nel IV-V secolo d.C. qui venne realizzato un impianto termale di cui è ricostruibile parzialmente la pianta; tra VIII e IX secolo divenne uno spazio cimiteriale al quale si riferiscono una cinquantina di tombe a inumazione specie di bambini e adolescenti. Dall’XI secolo l’area fu utilizzata a scopo abitativo e vi vennero costruite semplici capanne in paglia, fango e legno.

Nel percorso di visita sono disponibili degli ausili multimediali e per non vedenti e ipovedenti sono stati predisposti dei pannelli in braille e modelli tattili.

Per maggiori informazioni si rimanda al sito di Pesaro Musei e del Comune di Pesaro.

Area archeologica di Pesaro (PU) |Indirizzo: Via dell’Abbondanza 21, 61121 |Telefono: +39 0721 387 541.

Italia · Lombardia · Musei e Siti Culturali Accessibili

SIMUL – Sistema Museale Urbano di Lecco (LC)

Il sistema museale della città di Lecco è costituito dai seguenti musei e monumenti: Villa Manzoni, Palazzo Belgiojoso, Palazzo delle Paure e Torre Viscontea.

I quattro edifici sono rappresentativi della storia lecchese dal medioevo all’età contemporanea. La Torre Viscontea trecentesca è quanto rimane di un castello e delle fortificazioni medievali cittadine. Villa Manzoni e Palazzo Belgiojoso sono testimonianze architettoniche del Sei-Settecento mentre Palazzo delle Paure fu costruito a inizio Novecento in stile eclettico neomedievale.

Al loro interno sono esposte collezioni di varie epoche. In Palazzo Belgioioso si passa dall’archeologia (Museo archeologico) alla storia moderna e contemporanea (Museo storico), dalla storia naturale (Museo di Storia naturale) alla scienza astronomica (Planetario Civico). Villa Manzoni è la casa museo dedicata all’illustre Alessandro Manzoni, alla sua vita, alla sua attività di scrittore, al suo rapporto con la politica e la storia del suo tempo; presente anche una biblioteca specializzata che tra le altre cose conserva un fondo manzoniano, una sezione separata d’archivio storico cittadino e una fototeca.

Di recente sono stati realizzati tre percorsi tattili e multisensoriali nei musei di Palazzo Belgiojioso: il Museo Archeologico, il Museo Storico e il Museo di Storia Naturale. E’ stata creata un app che accompagna la visita e che tramite un dispositivo “Arduino”, consegnato al visitatore all’ingresso, si attiva in sala o all’avvicinarsi ad una postazione tattile fornendo le informazioni audio in italiano e/o inglese. Ulteriori informazioni sulle opere e i materiali esposti sono forniti da schede tattili da esplorare con le dita, pure dotate di QRcode che rimanda ad un testo da leggere mediante smartphone o tablet. Nei tre musei una selezione di opere originali è esplorabile tattilmente ma il percorso multisensoriale include ulteriori attenzioni. All’ingresso di ciascun museo una mappa permette di localizzare le postazioni multisensoriali dislocate nel percorso. Nel Museo Archeologico sono disponibili per l’esplorazione tattile anche alcune copie di quei pezzi che altrimenti non potrebbero essere toccati per ragioni conservative. Nel Museo Storico è stata riprodotta allo stesso fine una divisa garibaldina; è poi stato creato un totem touch su “Cinema e industria” ed un finger mouse virtuale con filmati accompagnati da narrazione vocale. Postazioni tattili e sonore e un totem accessibile pure all’olfatto sono inoltre presenti nel Museo di Storia Naturale.

Per info e approfondimenti si rimanda al sito web del Comune di Lecco e al sito web del Sistema Museale Urbano Lecchese.

SIMUL Sistema Museale Urbano – Lecco (LC) | Telefono: +39 0341 481247.

Italia · Musei e Siti Culturali Accessibili · Toscana

Museo Galileo di Firenze (FI)

Dedicato allo scienziato Galileo Galilei, il museo raccoglie notevoli strumenti scientifici già nelle collezioni delle famiglie Medici e Lorena. Fu Cosimo I a raccogliere nella Guardaroba di Palazzo Vecchio un primo nucleo di strumenti scientifici, poi ampliato e trasferito da Francesco I nello “Stanzino delle matematiche” della Galleria degli Uffizi. Con la fondazione dell’Accademia del Cimento a Palazzo Pitti, la collezione si arricchì di nuovi strumenti che entrarono a far parte della collezione medicea poi lorenese del Regio Museo di Fisica e Storia naturale. All’interno di questo museo fu adibito uno spazio – la Tribuna – alla celebrazione della figura di Galileo e delle sue scoperte. Dopo l’Unità d’Italia le collezioni furono smembrate e distribuite tra diversi istituti universitari. Solo nel 1930 vennero accolte nel museo annesso ad un Istituto di Storia della Scienza inaugurato presso Palazzo Castellani.

Il Museo Galileo è dotato di un laboratorio multimediale e di una biblioteca specializzata in storia della scienza.

Per rendere fruibili gli oggetti più significativi esposti nelle sale, sono disponibili presso la biglietteria del museo una guida in braille e una a caratteri ingranditi. E’ presente un percorso tattile con didascalie in braille ed è disponibile un servizio di visita guidata tattile con operatore durante la quale è possibile toccare oggetti originali e copie di strumenti scientifici. Il servizio è gratuito e disponibile in italiano e inglese.

L’App gratuita utilizzabile all’interno del museo come audioguida può essere adoperata senza auricolari per visualizzare la versione testuale delle descrizioni, utile per chi non sente. Per i sordi è disponibile anche un video informativo in Lingua Italiana dei Segni (LIS) accessibile sul canale YouTube del Museo.

Per info e approfondimenti si rimanda al sito web del Museo.

Museo Galileo – Firenze (FI) |Indirizzo: Piazza dei Giudici 1 50122|Telefono: +39 055 265 311.

Italia · Marche · Musei e Siti Culturali Accessibili

Casa Rossini a Pesaro (PU)

La casa natale di Gioacchino Rossini a Pesaro, accolse il celebre compositore sin dalla nascita nel 1792 e nei suoi primi anni di vita. Il palazzo acquistato dal comune a fine Ottocento fu dichiarato monumento nazionale, adibito a museo nel 1904 e nel 2015 oggetto di un nuovo allestimento. All’interno sono esposte stampe, incisioni, litografie e ritratti appartenuti al grande Alphonse Hubert Martel, collezionista di cimeli rossiniani; sono esposte anche le stampe delle opere di Rossini e dei suoi celebri interpreti, trenta ritratti a stampa e una serie di caricature del compositore, documenti, tra cui lettere e spartiti autografi, libretti originali di opere rossiniane.

Il museo è dotato di un bookshop e di tecnologie multimediali come le postazioni che lungo il percorso consentono l’ascolto di registrazioni sonore di documenti esposti. Sono disponibili per non vedenti testi in braille, tavole a rilievo, audioguide ed è consentita l’esplorazione tattile di alcune opere. Per non udenti sono state prodotte videoguide in Lingua Italiana dei Segni LIS. Alcuni file dell’audioguida e le videoguide in LIS sono disponibili anche sul sito web del museo.

Casa Rossini – Pesaro (PU)|Indirizzo: Via Rossini 34, 61121|Telefono: +39 0721 387357.