Marche · Musei e Siti Culturali Accessibili

Pinacoteca civica di Ascoli Piceno (AP)

Inaugurata nel 1861 in Palazzo dell’Arengo ospita i dipinti su tela e tavola provenienti dai monasteri di Sant’Angelo Magno, di San Domenico e dei Gesuiti, soppressi nel 1861. Le sale sono impreziosite dal mobilio sette e ottocentesco, da tendaggi e lampadari in vetro di murano. Nelle quindici sale sono esposti pure sculture, affreschi, raccolte numismatiche, ceramiche, strumenti musicali e miniature.

Nella pinacoteca sono disponibili schede informative in braille, in italiano e in inglese e sono state realizzati bassorilievi tattili in scala, in resina e gesso, di cinque importanti opere: San Sebastiano di Carlo Crivelli, Annunciazione di Guido Reni, L’idillio verde di Pellizza da Volpedo, San Francesco riceve le stigmate di Tiziano, S. Emidio di Pietro Tedeschi. A supporto della visita si può usufruire del servizio di audioguida o di visita guidata tattile. Vengono organizzati laboratori inclusivi multisensoriali e di manipolazione dell’argilla.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti si rimanda al sito web della pinacoteca.

Pinacoteca civica – Ascoli Piceno | Indirizzo: Piazza Arringo, 63100 | Telefono: +39 0736298213;  +39 333 3276129 (per visite e laboratori).

Italia · Lombardia · Musei e Siti Culturali Accessibili

GAM – Galleria d’arte moderna di Milano (MI)

La Galleria d’arte moderna di Milano è ospitata nella Villa Belgiojoso edificata nel Settecento dall’architetto Leopoldo Pollack, circondata da un giardino all’inglese. Raccoglie opere di importanti artisti milanesi e italiani del XVIII e XIX secolo a cui si aggiungono donazioni di importanti famiglie che includono capolavori di artisti internazionali. È così possibile ammirare nelle sale della Villa Francesco Hayez, Pompeo Marchesi, Andrea Appiani, Giovanni Segantini, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Antonio Canova, Medardo Rosso, Gaetano Previati, Giovanni Fattori, Silvestro Lega, Giovanni Boldini, Vincent Van Gogh, Paul Cézanne, Pablo Picasso, Amedeo Modigliani.

Per non vedenti sono disponibili un servizio di visite guidate tattili su prenotazione e audioguide per una visita in autonomia. Tra i materiali inoltre un diagramma tattile della villa e delle brochure in braille del percorso. L’elenco delle opere facenti parte del percorso è disponibile sul sito web della GAM insieme ai dettagli per la prenotazione delle visite tattili.

GAM – Galleria d’Arte Moderna – Milano (MI) | Indirizzo: Via Palestro, 16, 20121 |Telefono: +39 0288445943; +39 02.67625503 (per prenotare le visite guidate tattili).

Italia · Musei e Siti Culturali Accessibili · Piemonte

Il Castello di Rivoli (TO)

Il Castello di Rivoli si trova a 15 km da Torino, fu residenza sabauda e ospita un Museo di Arte Contemporanea. La primitiva costruzione risale al IX secolo, poi trasformata in struttura fortificata nel XIII secolo e modificata e ristrutturata nel XVI; assunse l’aspetto attuale di reggia nel XVIII secolo con l’architetto Filippo Juvarra. Negli anni Settanta i restauri hanno consentito di recuperare le sale decorate con stucchi e affreschi ed accogliere il Museo di Arte Contemporanea inaugurato nel 1984. Nei pressi del Castello di Rivoli una villa ospita inoltre la collezione Cerutti che spazia dal Medioevo al contemporaneo.

Particolare attenzione è stata prestata negli ultimi anni all’accessibilità e il Dipartimento Educazione, in un tavolo di confronto con associazioni, fondazioni e musei, ha elaborato un Manifesto per la cultura accessibile a tutti. Esso si articola in dieci punti che individuano gli elementi chiave per una partecipazione inclusiva alle attività culturali e artistiche e per un’esperienza che sia appagante per tutti; inoltre, i promotori del manifesto esprimono l’auspicio di coinvolgere altri soggetti nella condivisione e traduzione degli stessi principi nella realtà quotidiana. Tra le iniziative accessibili è stato redatto un dizionario di arte contemporanea in LIS Lingua Italiana dei Segni e le attività didattiche in LIS sono state affidate a guide sorde. Sono disponibili dei modellini architettonici in legno per l’esplorazione tattile che riproducono in scala il complesso del castello e lo scalone contemporaneo e a corredo sono presenti delle targhe in braille e in caratteri ad alta leggibilità. Vengono organizzate inoltre visite guidate multisensoriali alla collezione permanente e al castello.

Per info e approfondimenti si rimanda al sito web del Castello di Rivoli Museo di Arte Contemporanea.

Castello di Rivoli (TO) |Indirizzo: Piazza Mafalda di Savoia, 10098 Rivoli | Telefono: +39 011 9565222.

Mostre e iniziative temporanee

“Gauguin, Matisse, Chagall – La passione nell’arte francese” al Museo Diocesano di Milano

Dal 21 febbraio 2020 al 4 ottobre 2020 il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano ospita la mostra Gauguin, Matisse, Chagall – La passione nell’arte francese con opere provenienti dai Musei Vaticani, in alcuni casi mai esposte al pubblico.

Sono presenti opere di Paul Gauguin, Auguste Rodin, Maurice Denis, Georges Rouault, Marc Chagall, Henri Matisse e altri artisti francesi, incentrate “intorno” al tema della Passione di Cristo.

In occasione della mostra sono previste delle visite guidate gratuite rivolte a chi ha problematiche visive, articolate nei weekend dal 19 settembre al 4 ottobre come di seguito:

Sabato 19 settembre, ore 16.00, a cura di Narciso d’Autore
Domenica 20 settembre, ore 16.00, a cura di Ambarabart
Sabato 26 settembre, ore 16.00, a cura di Narciso d’Autore
Domenica 27 settembre, ore 16.00, a cura di Ambarabart
Sabato 3 ottobre, ore 16.00, a cura di Narciso d’Autore
Domenica 4 ottobre, ore 16.00, a cura di Ambarabart

Durata: 60 minuti.
Visita guidata gratuita. Ingresso al Museo a pagamento (intero €8, ridotto €6).

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA. I gruppi saranno di massimo 10 partecipanti nel rispetto delle norme sanitarie COVID-19.
Informazioni e prenotazioni: Telefono 02 89420019 / visiteguidate@museodiocesano.it

Sono state inoltre realizzate delle audiodescrizioni di cinque opere in mostra disponibili sul sito web di DescriVedendo, insieme al rispettivo testuale e alle immagini ingrandite delle opere stesse. Il metodo DescriVedendo nasce con l’intento di migliorare la fruizione dell’arte per non vedenti e ipovedenti ma si presta per garantire un’offerta inclusiva e aperta a chi voglia avvicinarsi all’arte con una nuova consapevolezza dei propri sensi.

Nella foto: Chagall, Cristo e il pittore, 1951, opera in mostra

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito web del Museo Diocesano di Milano.

Italia · Musei e Siti Culturali Accessibili · Sardegna

Museo Archeologico Nazionale di Cagliari (CA)

È il più importante museo archeologico della Sardegna. Nacque nell’Ottocento come un ambiente privato del viceré Carlo Felice nel palazzo Viceregio e custodiva antichi reperti archeologici, minerali e zoologici. Fu trasformato in un vero e proprio museo nel 1904 e poi riallestito nel 1993 all’interno della Cittadella dei Musei. Illustra la storia della Sardegna dall’età prenuragica all’età bizantina attraverso reperti di vario genere, in ceramica, pietra, bronzo e rame, corredi tombali, gioielli e steli.

Vincitore del progetto “cultura senza ostacoli” (2014-2016), il Museo Nazionale Archeologico di Cagliari, è stato rinnovato e riaperto al pubblico in veste completamente accessibile e con la nuova denominazione di Museo “Liquido”, in riferimento alla sua nuova accoglienza “fluida” a seconda delle esigenze di volta in volta diversificate per i suoi visitatori.

Nel museo è disponibile una mappa tattile del museo che aiuta a capire come è articolato, didascalie a caratteri ingranditi, una guida in braille con la descrizione e i disegni dei reperti più significativi, un pannello illustrativo tattile con le sagome in resina opaca delle varie forme di vasi e recipienti in ceramica. Su prenotazione è possibile accedere inoltre ad un laboratorio dove toccare reperti autentici e copie stampate in 3D, partecipare a visite guidate tattili e sensoriali. Sul sito web sono disponibili dei podcast per l’approfondimento di alcune opere del museo, elaborate in occasione della Biennale ArteInsieme 2020.

Per non udenti sono disponibili lungo il percorso museale dei video in Lingua Italiana dei Segni con sottotitoli in italiano e inglese.

Per info e approfondimenti si rimanda al sito web del Museo Archeologico Nazionale di Cagliari

Museo Archeologico Nazionale, “Museo Liquido” – Cagliari (CA) Indirizzo: Cittadella dei Musei, piazza Arsenale 1, 09124 | Telefono: 070 60518245.

Italia · Lazio · Musei e Siti Culturali Accessibili

Parco Archeologico del Colosseo di Roma (RM)

Tra i siti archeologici più importanti in Italia e nel mondo, il parco comprende il Colosseo, la Domus Aurea, l’Arco di Costantino, la Meta Sudans e l’area archeologica del Foro romano-Palatino.

Il parco negli ultimi anni ha potenziato le condizioni di accessibilità per i suoi visitatori. Rimangono difficilmente raggiungibili alcune aree del Foro romano-Palatino per persone su carrozzina, a causa delle pendenze e della pavimentazione antica, ma si sta lavorando al miglioramento dei percorsi. Diversamente, il Colosseo è in buona parte accessibile grazie anche alla presenza di un ascensore che consente la salita e l’accesso al II livello. Disponibili per la visita delle sedie a rotelle sia al Colosseo che nell’area archeologica.

Particolari attenzioni si stanno prestando all’elaborazione di iniziative per non vedenti, non udenti, anziani con Alzheimer, persone con Parkinson e loro familiari.

Nell’area archeologica come nel Colosseo sono dislocati dei pannelli tattili con didascalie in italiano/inglese, in braille e disegni tattili che consentono di individuare le forme architettoniche degli antichi monumenti così come sopravvivono o come dovevano essere originariamente. I pannelli tattili si incontrano pure all’interno del Museo Palatino dove sono state collocate delle copie in stampa 3D di alcuni importanti pezzi, alla portata di tutti i visitatori per una visita in autonomia. E’ in preparazione un guida tattile dal titolo “Museo Palatino. Accarezzare la Storia di Roma” che consentirà di prepararsi alla visita.

Per non udenti sono disponibili video guide in LIS e ASL al Colosseo e in preparazione anche per l’area archeologica del Foro romano-Palatino. Il parco organizza saltuariamente visite guidate tattili per non vedenti e in Lingua Italiana dei Segni per non udenti, che si possono richiedere anche su prenotazione.

All’interno della programmazione di attività accessibili rientra anche “Park-in-PArCo”, il progetto consistente in attività laboratoriali – teatrali, di yoga, di danza e movimento – volte alla riabilitazione delle malattie neurologiche.

Per info e approfondimenti si rimanda al sito web: Parco Archeologico del Colosseo.

Parco Archeologico del Colosseo – Roma (RM)|Indirizzo: Piazza S.Maria Nova, 53|Telefono: 06 69984636.

Italia · Lazio · Musei e Siti Culturali Accessibili

Musei Civici di Roma (RM)

Svariati musei romani del circuito dei “Musei in Comune” si sono dotati di materiali di supporto per una visita tattile in autonomia (sussidi in braille e a caratteri ingranditi e materiale tiflodidattico), e garantiscono visite guidate tattili su richiesta con personale specializzato. Tra questi i Musei Capitolini, il Museo di Roma a Palazzo Braschi, il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, la Galleria d’Arte Moderna, il Museo di Casal de’ Pazzi, i Mercati di Traiano, il MACRO, il Museo Carlo Bilotti, Museo della Casina delle Civette e il Museo di Casal de’Pazzi.

Avviati pure progetti di accessibilità per non udenti con realizzazione di videoguide in Lingua Italiana dei Segni.

Ho dedicato qui una sezione più approfondita ai Musei Capitolini e mi prometto di farlo anche per gli altri musei civici. Nel frattempo per info e approfondimenti rimando al sito web del circuito: www.museiincomuneroma.it

 

Italia · Lazio · Musei e Siti Culturali Accessibili

Musei Capitolini di Roma (RM)

I Musei Capitolini sono considerati il primo museo pubblico al mondo poiché il primo e più antico nucleo della collezione risale al 1471, quando papa Sisto IV donò al popolo romano una raccolta di statue bronzee provenienti dal Laterano, che fece collocare sulla piazza del Campidoglio e nel Palazzo dei Conservatori. Tra i più celebri la famosa Lupa con i gemelli Romolo e Remo, i frammenti della statua colossale di Costantino, il Marco Aurelio in bronzo (anticamente sulla piazza dove oggi è sostituito da copia), il Galata morente, la Venere capitolina, il pannello in opus sectile dalla Basilica di Giunio Basso, la Buona Ventura e il San Giovanni Battista di Caravaggio, solo per citarne alcuni.

Come altri musei comunali di Roma si è dotato di un percorso tattile da fruire in autonomia con uso di guanti monouso disponibili in biglietteria per toccare le sculture originali che incontra in collezione. Dei pannelli tattili illustrano la planimetria del museo e altri sono predisposti in corrispondenza di alcune opere più rilevanti; sono presenti dei modelli tattili della piazza del Campidoglio e dei suoi palazzi e su richiesta anche guide in braille con vari itinerari. In alternativa è possibile partecipare a visite guidate che percorrono le postazioni tattili e includono l’ascolto di brani musicali o di testi specifici attinenti al percorso illustrato.

Nell’ambito dei progetti di accessibilità del programma “Musei da Toccare” è stata realizzata una videoguida in Lingua Italiana dei Segni, disponibile presso il museo oltre che sul canale youtube dei Musei in Comune.

Per info e approfondimenti si rimanda al sito web: Musei Capitolini.

Musei Capitolini – Roma (RM)|Indirizzo: Piazza del Campidoglio 1, 00186 |Telefono: 060608.

IMG_20160228_155318Nella foto: San Giovanni Battista di Caravaggio con pannello termoformato @Anna Sgarrella

 

Italia · Musei e Siti Culturali Accessibili · Toscana

BEGO Museo Benozzo Gozzoli Castelfiorentino (FI)

Il museo è dedicato a Benozzo Gozzoli, pittore fiorentino (Firenze, 1420 circa – Pistoia, 4 ottobre 1497) attivo tra la Toscana, l’Umbria e il Lazio, al seguito di importanti committenti del suo tempo. A Castelfiorentino realizzò due tabernacoli viari che per motivi di conservazione sono stati staccati e sin dal 2009 esposti nel museo.

Il museo BEGO si è contraddistinto negli ultimi anni per l’avvio di una serie di progetti volti a potenziare sempre di più l’accessibilità culturale in un’ottica inclusiva. Si è dotato di un percorso tattile che si snoda in quattro sezioni: una prima dedicata all’artista, Benozzo Gozzoli, una seconda alle modalità di realizzazione dell’affresco, una terza al Tabernacolo della Visitazione e infine una riservata al Tabernacolo della Madonna della Tosse. Ogni postazione è costituita da disegni a rilievo e modellini tridimensionali dei tabernacoli al fine di offrire un’idea della struttura architettonica e per una lettura degli affreschi; il tutto è usufruibile insieme alle schede in braille e a caratteri ingranditi e mediante i commenti audio che oltre al contenuto dell’opera esposta contengono indicazioni per l’esplorazione tattile.

Il percorso è fruibile in autonomia o su prenotazione e sono disponibili visite guidate tattili per singoli e gruppi.

Il museo dispone inoltre di audio/videoguide inclusive per persone sorde e udenti con sottotitoli e voce narrante italiana e spiegazione in Lingua Italiana dei Segni.

In un’ottica di museo pienamente accessibile sono stati avviati progetti di inclusione sociale e culturale per anziani con Alzheimer e loro familiari e per persone con disabilità intellettive.

Per approfondimenti visita il sito web del museo BEGO.

BEGO Museo Benozzo Gozzoli Castelfiorentino (FI) |Indirizzo: via Testaferrata 31, 50051| Telefono: 0571 64448.

Italia · Musei e Siti Culturali Accessibili · Toscana

Museo Marino Marini di Firenze (FI)

Il Museo è dedicato a Marino Marini, artista pistoiese vissuto dal 1901 al 1980, che alla città di Firenze lasciò una ricca donazione di sculture in pietra, bronzo, gesso e legno, ma anche pitture, incisioni e disegni.

Il Museo ha una particolare attenzione nei confronti dei non vedenti e ipovedenti sin dagli anni Novanta quando l’associazione VAMI (Volontari Italiani Visite Artistiche Tattili) poi VIVAT (Volontari Associati per i Musei Italiani), che ha operato nelle istituzioni cittadine, aveva la sua base proprio al Museo Marini, ha favorito l’istituzione di percorsi tattili e la predisposizione di copie da esplorare con le mani in vari siti culturali fiorentini. Il Museo ha ereditato da questa associazione la particolare attenzione per pubblici non vedenti, che rientra in una più ampia gamma di offerte pensate anche per chi ha altre esigenze e difficoltà cognitive e sensitive in particolar modo gli anziani malati di Alzheimer.

Al Marini le opere si possono toccare a mani nude, diversamente da altri musei dove si preferisce l’impiego dei guanti! Qui gli operatori sono consapevoli che le sensazioni tattili possono risultare altrimenti non autentiche. Le opere scelte non hanno problemi conservativi, sono sculture in bronzo ed una è in legno. La visita non è riservata esclusivamente a non vedenti e ipovedenti ma rientra nell’offerta “Vietato non toccare” aperta a tutti coloro i quali vogliono sperimentare una modalità di approccio e di conoscenza all’opera d’arte basata sul senso del tatto.

La visita guidata con operatore al Museo Marini è concepita in modo tale da rendere protagonista lo stesso visitatore; egli è invitato a toccare le opere selezionate, a comprendere autonomamente il soggetto e a comunicare impressioni ed emozioni provate!

Il Museo, insieme ad altri musei fiorentini ha inoltre partecipato al progetto WELCOME sull’accoglienza museale, l’inclusione e l’accessibilità e in questa occasione ha realizzato tra l’altro una cartolina “design for all” con immagine in rilievo e didascalia in braille, per portare a casa un ricordo tattile della visita! Ha inoltre stampato in 3D cinque sculture di Marino Marini a scala ridotta, utilizzabili per attività al museo con non vedenti e ipovedenti ma anche con altre tipologie di pubblico (scuole, famiglie) e per attività esterne al museo e per varie tipologie di pubblico, e prodotto un video di presentazione in LIS per non udenti.

Visite guidate in LIS sono inoltre disponibili su prenotazione.

Il sito web del museo consente inoltre di preparare la visita al museo offrendo una vasta gamma di contenuti relativi alla collezione, alle mostre temporanee e alle varie attività che organizza.

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito web: www.museomarinomarini.it

Museo Marino Marini – Firenze (FI) | Indirizzo: Piazza di S. Pancrazio, 50123 | Telefono: 055 219432.