Mostre e iniziative temporanee

“Nuovo sguardo” di Felice Tagliaferri

Dal 5 febbraio al 14 marzo 2021 presso l’Ape Parma Museo, il centro culturale e museale di Fondazione Monteparma, è esposta l’opera Nuovo sguardo dell’artista non vedente Felice Tagliaferri. La scultura nasce dall’incontro dell’artista con un capolavoro di Michelangelo, la celebre Pietà dei Musei Vaticani. Nuovo sguardo è una reinterpretazione e un ribaltamento delle due figure che compongono il noto gruppo scultoreo: la Donna, non solo madre ma qui sorella, figlia e compagna è accolta tra le braccia dell’Uomo, padre, fratello e compagno. L’attenzione è rivolta all’universo femminile e alla forza della Donna. L’opera è un non finito come quello michelangiolesco e Tagliaferri lo applica come un invito a prendersi cura dell’altro, del più fragile, levigando simbolicamente il marmo grezzo.

L’opera è visibile dal lunedì al venerdì, orario 10.30-17.30 senza bisogno di prenotazione. Visite tattili disponibili su richiesta inviando un’e-mail al seguente indirizzo: info@itineraemilia.it.

Ingresso gratuito per disabili e loro accompagnatori, under 18, guide turistiche e giornalisti. Per maggiori informazioni contattare il centro culturale.

APE PARMA MUSEO – Parma (PR) |Indirizzo: strada Luigi Carlo Farini 32/A, 43121 |Telefono: +39 05212034| email: info@apeparma-museo.it

Calabria · Italia · Musei e Siti Culturali Accessibili

Museo dei Brettii e degli Enotri di Cosenza (CS)

Il Museo è ospitato nel quattrocentesco complesso monumentale di Sant’Agostino ed espone una ricca collezione archeologica. Il nucleo più consistente è legato agli scavi del 1888 finalizzati alla ricerca dell’antica Sybaris. In quell’occasione furono rinvenuti i corredi di una vasta necropoli a Torre Mordillo riferibili all’età protostorica e consistenti in contenitori in ceramica di varie forme e grandezze e da numerosi oggetti bronzei come fibule, rasoi, dischi, monili, asce, punte di lancia e coltelli. Altra scoperta fu un luogo di culto extra-urbano in località Cozzo Michelicchio, forse dedicato ad una divinità femminile e tra i più antichi dell’area sibarita. All’età ellenistica e romano-repubblicana risalgono molti altri reperti provenienti da diverse località della provincia di Cosenza (Corigliano Calabro, Montalto Uffugo, Luzzi, Carolei, Cerchiara di Calabria, ecc.), e particolarmente significativi sono gli oggetti rinvenuti nella città stessa di Cosenza fondata nel 356 a.C. dai Brettii e poi divenuta colonia romana. Dell’epoca romana è un’importante stele funeraria con iscrizioni in greco. Presente anche una sezione numismatica dall’epoca greca al medioevo e una collezione di documenti e cimeli di storia risorgimentale.

Il museo ha attivato il progetto Toccare è vedere e rende disponibile un servizio di visita tattile prenotabile telefonicamente.

Per info e approfondimenti si rimanda al sito web del museo.

Museo dei Brettii e degli Enotri – Cosenza (CS) | Indirizzo: vico Sant’Agostino, 3, 87100|Telefono: (+39) 0984 23303.

Italia · Musei e Siti Culturali Accessibili · Toscana

Museo Galileo di Firenze (FI)

Dedicato allo scienziato Galileo Galilei, il museo raccoglie notevoli strumenti scientifici già nelle collezioni delle famiglie Medici e Lorena. Fu Cosimo I a raccogliere nella Guardaroba di Palazzo Vecchio un primo nucleo di strumenti scientifici, poi ampliato e trasferito da Francesco I nello “Stanzino delle matematiche” della Galleria degli Uffizi. Con la fondazione dell’Accademia del Cimento a Palazzo Pitti, la collezione si arricchì di nuovi strumenti che entrarono a far parte della collezione medicea poi lorenese del Regio Museo di Fisica e Storia naturale. All’interno di questo museo fu adibito uno spazio – la Tribuna – alla celebrazione della figura di Galileo e delle sue scoperte. Dopo l’Unità d’Italia le collezioni furono smembrate e distribuite tra diversi istituti universitari. Solo nel 1930 vennero accolte nel museo annesso ad un Istituto di Storia della Scienza inaugurato presso Palazzo Castellani.

Il Museo Galileo è dotato di un laboratorio multimediale e di una biblioteca specializzata in storia della scienza.

Per rendere fruibili gli oggetti più significativi esposti nelle sale, sono disponibili presso la biglietteria del museo una guida in braille e una a caratteri ingranditi. E’ presente un percorso tattile con didascalie in braille ed è disponibile un servizio di visita guidata tattile con operatore durante la quale è possibile toccare oggetti originali e copie di strumenti scientifici. Il servizio è gratuito e disponibile in italiano e inglese.

L’App gratuita utilizzabile all’interno del museo come audioguida può essere adoperata senza auricolari per visualizzare la versione testuale delle descrizioni, utile per chi non sente. Per i sordi è disponibile anche un video informativo in Lingua Italiana dei Segni (LIS) accessibile sul canale YouTube del Museo.

Per info e approfondimenti si rimanda al sito web del Museo.

Museo Galileo – Firenze (FI) |Indirizzo: Piazza dei Giudici 1 50122|Telefono: +39 055 265 311.

Italia · Marche · Musei e Siti Culturali Accessibili

Casa Rossini a Pesaro (PU)

La casa natale di Gioacchino Rossini a Pesaro, accolse il celebre compositore sin dalla nascita nel 1792 e nei suoi primi anni di vita. Il palazzo acquistato dal comune a fine Ottocento fu dichiarato monumento nazionale, adibito a museo nel 1904 e nel 2015 oggetto di un nuovo allestimento. All’interno sono esposte stampe, incisioni, litografie e ritratti appartenuti al grande Alphonse Hubert Martel, collezionista di cimeli rossiniani; sono esposte anche le stampe delle opere di Rossini e dei suoi celebri interpreti, trenta ritratti a stampa e una serie di caricature del compositore, documenti, tra cui lettere e spartiti autografi, libretti originali di opere rossiniane.

Il museo è dotato di un bookshop e di tecnologie multimediali come le postazioni che lungo il percorso consentono l’ascolto di registrazioni sonore di documenti esposti. Sono disponibili per non vedenti testi in braille, tavole a rilievo, audioguide ed è consentita l’esplorazione tattile di alcune opere. Per non udenti sono state prodotte videoguide in Lingua Italiana dei Segni LIS. Alcuni file dell’audioguida e le videoguide in LIS sono disponibili anche sul sito web del museo.

Casa Rossini – Pesaro (PU)|Indirizzo: Via Rossini 34, 61121|Telefono: +39 0721 387357.

Mostre e iniziative temporanee

ETRU a portata di mano. Villa Giulia da Toccare

Prende il via dal 29 settembre un ciclo di iniziative tattili al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma. Si tratta di dieci appuntamenti tematici a cadenza mensile incentrati sulla cultura e la società etrusca e dedicati a disabili visivi e loro accompagnatori.

Durante la visita verranno messi a disposizione per l’esplorazione tattile modellini e riproduzioni moderne, nonché reperti originali esposti e provenienti dai depositi del museo.

Il primo incontro di martedì 29 settembre ore 17:00 si intitola:
La casa degli dei. Architettura e decorazione del tempio etrusco.

Appuntamenti successivi:

Martedì 27 ottobre 2020, ore 16:30, Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia Gli Etruschi prima della Storia. L’età villanoviana
Giovedì 19 novembre 2020, ore 16:30, Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia
Il viaggio oltre la vita. Tipologie di tombe, rituali e miti funerari degli Etruschi 
​Giovedì 3 dicembre 2020, ore 16:30, Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia
Al femminile. Vita quotidiana e ruolo sociale della donna etrusca.

La prenotazione è obbligatoria e deve arrivare entro le ore 16 del giorno precedente. Sono ammessi massimo 10 partecipanti per ciascun incontro. L’esplorazione tattile è riservata al pubblico non vedente. L’attività si svolgerà tenendo conto delle norme anti COVID19.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a Vittoria Lecce:
Indirizzo mail: vittoria.lecce@beniculturali.it e telefono 3471717595;
oppure a Luca Mazzocco:
Indirizzo mail: luca.mazzocco@beniculturali.it e telefono 3334690432.

Attività a cura del personale del Museo, inclusa nel biglietto di ingresso fino a esaurimento dei posti disponibili. Il biglietto è gratuito per il disabile e un accompagnatore, secondo la normativa vigente.

Info sull’iniziativa disponibili sul sito web del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia.